Prestiti con delega destinati ai pensionati: tutte le info

Prestiti con delega destinati ai pensionati: tutte le info

I prestiti con delega sono dei prestiti che possono essere richiesti oggi da diverse categorie di individui, tra cui ad esempio dai lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato. Coloro che oggi possono richiedere i prestiti delega, però, sono anche i pensionati, ovvero i soggetti che percepiscono una pensione. Anche i pensionati, come i lavoratori statali, pubblici o privati, si possono considerare infatti del tutto affidabili dal punto di vista creditizio.

La maggior parte delle banche e degli istituti di credito oggi offre dei prestiti e dei finanziamenti anche a soggetti che percepiscono una buona pensione. Tra queste soluzioni accessibili troviamo la cessione del quinto. Si tratta di un finanziamento che permette di ricevere in prestito una certa somma di denaro in breve tempo e con una certa semplicità. La trattenuta delle rate direttamente in busta paga o sul cedolino pensionistico rappresenta la modalità con cui avviene il rimborso del prestito richiesto e ottenuto.

Prestiti con delega pensati per i pensionati

Oggi un pensionato potrebbe decidere di accedere a un prestito con delega per diverse ragioni. Prima della sua richiesta, tuttavia, deve aver richiesto un prestito con cessione del quinto. Le motivazioni che possono fare in modo che un soggetto che percepisce una pensione mensile scelga di richiedere un prestito con delega di pagamento sono davvero numerose e diverse tra di loro. Sono delle formule di finanziamento perfette per i pensionati che hanno necessità di richiedere delle somme di denaro modeste in poco tempo.

La somma che si può percepire con un prestito con delega può variare spesso da una soluzione di credito ad un’altra e può essere usata per scopi diversi. La delega di pagamento è un finanziamento con cessione del doppio quinto sul reddito che si percepisce, e in questo caso della pensione. Si tratta di un prestito che prevede un rimborso tramite una trattenuta che avviene direttamente sulla pensione del soggetto che lo richiede. Tale trattenuta non deve però superare i due quinti della propria pensione.

Nonostante il fatto che i pensionati vengano considerati in linea di massima affidabili dal punto di vista creditizio, è anche vero che ci sono delle banche e delle finanziarie che non sono propense alla concessione di prestiti ai pensionati. Spesso la scelta ricade nelle mani dell’Inps, l’ente che si occupa della concessione e dell’erogazione delle pensioni.

Dettagli e funzionamento

La delega di pagamento destinata ai pensionati fa parte di una delle diverse agevolazioni che prendono il nome di agevolazioni INPS ex INPDAP che oggi vengono messe a disposizione per tutti gli individui che prendono una pensione mensile fissa. Oggi tutti gli individui pensionati che vogliono richiedere la delega di pagamento devono aver già richiesto un prestito con cessione del quinto

Per poter fare domanda per un prestito con delega di pagamento, un pensionato non deve percepire però una pensione sociale oppure un assegno sociale. Non valgono nemmeno gli assegni di invalidità civile, così come gli assegni di sostegno al reddito o al proprio nucleo familiare. Di solito, sono esclusi dalla richiesta anche i pensionati che percepiscono una pensione con contitolarità. Qui puoi trovare nel dettaglio tutte le tipologie di pensioni oggi richiedibili.

Anche coloro che sono vicini alla pensione, ma ancora non la percepiscono, non possono accedere a queste forme di credito. Tramite la propria pensione, le banche e le finanziarie saranno quindi propense a concedere prestiti e finanziamenti a soggetti pensionati. Il piano di rimborso di questi finanziamenti va da alcuni mesi a massimo 120 mesi e avviene attraverso rate mensili. Trova subito i migliori prestiti con delega che oggi puoi richiedere.

Tutti i documenti necessari

I soggetti pensionati che hanno la volontà di accedere a questi prestiti devono presentare dei documenti particolari, senza i quali non possono avanzare la loro domanda di finanziamento. Tutti i pensionati devono presentare:

  • una copia del proprio documento d’identità;
  • una copia del proprio codice fiscale e della tessera sanitaria;
  • l’ultimo cedolino della pensione;
  • un CUD;
  • la comunicazione di cedibilità della pensione.