3 Domande comuni da fare per scegliere il fotografo di matrimonio

3 Domande comuni da fare per scegliere il fotografo di matrimonio

Non è semplice scegliere il fotografo o il videomaker che vi seguirà il giorno del vostro matrimonio, ci sono tantissimi professionisti e studi a cui rivolgersi ed è importante fare la scelta giusta per non ritrovarsi durante alle vostre nozze delle persone che non riescono a soddisfare i vostri bisogni o non sono in completa sintonia con loro.

Per questo motivo abbiamo individuato 3 semplici domande da fare allo studio o al professionista che state vedendo per il vostro matrimonio.

Se volete leggere curiosità e notizie sul mondo wedding ci consigliamo di vistare il sito dei fotografi di matrimonio di Entire For Wedding, con una sezione blog ricca di articoli utili.

Che stile fotografico avete?

Questa è la prima domanda che vi consigliamo di fare e probabilmente anche la più importante perché dalla riposta potrete capire se il fotografo è vicino ai vostri gusti e al vostro stile.

Al giorno d’oggi possiamo individuare 2 stili di fotografia principali: il reportage e la posa.

Il reportage matrimoniale è sicuramente lo stile del momento, si incentra su una fotografia spontanea e moderna, non ci sono pose ed il fotografo vi seguirà durante tutto l’arco della giornata riprendendo i momenti più emozionanti e belli senza però chiedervi di fermarvi per posizionarvi in un determinato modo.

La posa invece è uno stile ancora usato, soprattutto in determinate zone d’Italia ma che riporta alla memoria la fotografia degli anni passati, la fotografia utilizzata probabilmente dai vostri genitori o parenti per il loro matrimonio. Questo stile predilige uno stile fotografico più studiato, più incentrato su pose precise e spesso di grande impatto scenico.

Sicuramente questo stile lo possiamo consigliare alle coppie che già si trovano a proprio agio davanti la macchina fotografia mentre il reportage che lo possiamo definire “meno invadente” è lo stile perfetto per chi ci tiene molto alle foto durante le proprie nozze ma che non ama le pose e si sente imbarazzato a farsi riprendere.

Se volete cercare il vostro fotografo potete cercare su https://www.nozzespeciali.it/ il professionista che più si avvicina al vostro stile e leggere anche diversi articoli utili per organizzare le vostre nozze.

Quanti fotografi e videomaker ci saranno al mio matrimonio?

Questa domanda si collegare facilmente alla prima perché potrebbe dipendere dallo stile utilizzato dal vostro fotografico o dallo studio che avete scelto.

Solitamente un servizio reportage foto e video completo si compone da due fotoreporter e da due videomaker che vi seguiranno durante l’intero arco della giornata.

Questo perché il reportage essendo uno servizio più naturale e che dovrà raccontare tutti gli aspetti del vostro matrimonio necessita solitamente di due equipe, una che segue la sposa già durante le fasi della preparazione ed una che seguirà invece lo sposo. Il secondo operatore sia foto che video svolge un ruolo molto importante perché si potrà concentrare a riprendere gli invitati, i parenti che si commuovono, tutto ciò che succede intorno agli sposi ma che per ovvi motivi non potrebbe essere possibile soltanto con 1 operatore che si deve concentrare sugli sposi per non perdere i loro momenti più importanti.

Abbiamo associato il doppio operatore foto e video al reportage perché un servizio in posa essendo più guidato e schematico è più semplice da fare anche da soli, il fotografo riesce a gestire la situazione anche da solo ma non è assolutamente da escludere la presenza della coppia equipe anche per le foto in posa.

Quanto tempo rimanete?

Solitamente il servizio fotografico matrimoniale inizia dalla preparazione della sposa e dello sposo (se presente nel pacchetto scelto) e può finire al taglio della torta o dopo. Dipende anche da come si svolge il matrimonio e anche da dove si svolge. 

Se dopo il taglio della torta cominciano i balli ed i festeggiamenti allora probabilmente il fotografico rimarrà per riprendere questi momenti divertenti e felici oppure in divere zone d’Italia ci sono usanze e tradizioni dopo il taglio della torta e quindi serve assolutamente la presenza del fotografo. Se il matrimonio invece finisce dopo la cena o dopo la torta allora non sarà necessaria la presenza dello studio scelto.