Come configurare imap e pop su tiscali

Per configurare imap e pop su Tiscali è opportuno procurarsi tutti i parametri utili per l’utilizzo della casella di posta elettronica su tutti i dispositivi. Questi sono fondamentali quando si vuole inserire l’utilizzo della propria email su un programma di posta elettronica tipo Outlook o da smartphone in modo diretto, senza quindi dovervi accedere da internet. Una procedura che semplifica molto l’utilizzo dei messaggi di posta elettronica e l’invio degli stessi.

Quando si tratta di configurare la posta elettronica si sente sempre parlare dei due protocollo IMAP e POP, questi indicano rispettivamente Interactive Mail Access Protocol e Post Office Protocol e servono a utilizzare la posta elettronica da un server remoto. Sono fondamentali e creati in periodi differenti. Pop è quello più datato, nato nel 1984 e IMAP successivo nel 1986 per gestire l’accesso in modo diretto. In pratica POP serve a scaricare in locale i messaggi mentre IMAP serve a memorizzare i dati sul server.

Perché questi protocolli sono utili e necessari insieme

Se si possiede un protocollo ma non si conosce l’altro è praticamente inutilizzabile ad oggi il sistema, questo perché solo insieme permettono di settare un client di posta. Il protocollo POP permette di conservare sul server locale tutta la posta. In pratica non si connette il sistema, restando poi online. Di fatto questo sistema si connette, attua la procedura e poi si disconnette. IMAP invece ha un ruolo diverso, salva i messaggi in via temporanea sulla cache, quindi tutte le modifiche attuate vengono riportate anche sugli altri dispositivi.

Vantaggi del protocollo POP3

POP è fondamentale perché consente di accedere ovunque alla propria mail, salvando i dati anche in locale, quindi ad esempio sul proprio computer o sul cellulare. Questo vuol dire che anche in un secondo momento, quando ad esempio non è disponibile la connessione, si può accedere e consultare le email, rileggerle e vedere i contenuti. Ciò permette di risparmiare spazio di archiviazione e anche connessione.

Vantaggi del protocollo IMAP

Questo protocollo è fondamentale e molto complesso e per questo alcuni tipi di caselle elettroniche non lo utilizzano. La posta in questo caso viene salvata in remoto ed è quindi gestibile da tutti i server che ad essa si connettono. Ciò vuol dire però che bisogna essere sempre connessi e che l’archiviazione avviene sul server e non sui dispositivi. Le mail possono essere salvate in locale ma questo non avviene in modo automatico, vengono di fatto scaricate solo le intestazione dei messaggi.

POP e IMAP: privacy, sicurezza e convergenza

L’ideale è conoscere e sfruttare entrambi per non avere problemi. In linea generale è possibile affermare che è meglio usare il protocollo POP per accedere da un unico sistema, ad esempio se si accede sempre dal computer. Meglio scegliere IMAP se si sfruttano postazioni diverse o anche sistemi diversi, quindi per chi legge la posta dal pc e poi dal telefono e così via. Per una maggiore attenzione alla privacy si possono utilizzare entrambi a seconda dei casi.

Configurare IMAP e POP su Tiscali

Per configurare la propria casella di posta elettronica su Tiscali bisogna fare attenzione e seguire dei semplici passaggi. Per inviare messaggi, riceverne e salvare le bozze su un client esterno bisogna conoscere i parametri giusti. L’IMAP di tiscali è imap.tiscali.it, la porta con SSL abilitato è 993 mentre per la porta in uscita è smtp.tiscali.it, porta SMTP con SSL abilitato è 465. Per configurare il proprio accesso con POP3 è possibile utilizzare pop.tiscali.it, e i medesimi parametri per gli altri livelli.

Opzioni client di posta elettronica Tiscali

Per configurare la casella di posta elettronica bisogna avviare il programma che si intende utilizzare, cliccare sul menu File e poi andare sulle impostazioni dell’account. A questo punto selezionare l’account Tiscali che si vuole configurare e cliccare su impostazioni.

Sarà ora possibile scegliere l’utilizzo del protocollo e quindi inserire ogni valore indicato nello spazio dedicato. Dopo aver copiato i dati basta andare avanti, indicare come server di posta in entrata e in uscita quelli indicati e poi nome utente e password. Cliccare su chiudi e terminare la procedura.

Configurazione client email Tiscali su Smartphone

Dallo smartphone è possibile cliccare sull’icona che indica la mail e poi andare su menu e quindi impostazioni. A questo punto si procede inserendo in ogni campo i dati riportati quindi email nome utente, tipo di account, server della posta, IMAP della posta in arrivo, tipo di sicurezza, server della posta in uscita e infine su configura.

A questo punto la sincronizzazione automatica è stata impostata e ogni tot di tempo lo smartphone connesso a Internet potrà scaricare le email in entrata.