Muoversi smart? La city car le batte davvero tutte

Muoversi smart? La city car le batte davvero tutte

È l’era del muoversi smart, del ridurre il proprio impatto sull’ambiente senza rinunciare alla propria libertà e alla propria mobilità.

Questo nuovo modo di intendere l’auto è sintetizzato al meglio dalle city car, vetture compatte nei volumi ma che nascondono al loro interno, sempre più spesso, quanto non avremmo potuto neanche immaginarci.

Nella guida di oggi parleremo di 4 ottimi motivi per scegliere una city car a dispetto di segmenti magari più accattivanti, ma che hanno appunto un approccio molto meno smart.

Vediamo insieme perché continuiamo a ritenere le city car il meglio che il mercato dell’auto moderno ha da offrire.

1. Consumi: le city car sono prime della classe

E non intendiamo che le city car siano poco efficienti, anzi, intendiamo l’esatto contrario.

Le city car, grazie ai loro volumi ridotti (e dunque al peso minore) e grazie ad allestimenti di potenza ridotta (ma più efficienti) hanno bisogno di molto meno carburante per viaggiare all’interno delle nostre città.

Questo si traduce da un lato in un risparmio in termini di spesa molto importante, dall’altro in un minore impatto sul nostro ambiente.

I proverbiali due piccioni con una fava, perché al risparmio riusciremo ad abbinare appunto un atteggiamento maggiormente responsabile verso un pianeta che non è da tempo in buone condizioni.

2. Parcheggio? No problem

Altro innegabile vantaggio per quanto riguarda le city car è l’estrema facilità con le quali possiamo parcheggiarle anche negli spazi più angusti.

Non servono parcheggi di enormi dimensioni e spesso riusciamo a posteggiare proprio laddove altre vetture, dai volumi più importanti, non riuscirebbero mai a parcheggiare.

Questo si traduce in un enorme vantaggio per chi vive in città, dove appunto gli spazi per parcheggiare non sono mai sufficienti.

Niente di meglio per chi macina i propri chilometri nel centro della città.

3. Anche per neopatentati

I neopatentati devono sottostare a delle restrizioni importanti per quanto riguarda la potenza dei veicoli che acquistano e che guideranno.

Le city car in genere rispettano, almeno negli allestimenti meno potenti, questo tipo di restrizioni.

Questo si traduce appunto nella possibilità di guidare senza problemi una vettura scelta proprio da questo segmento. E quando si sceglie appunto la qualità, non avremo assolutamente problemi a guidare la vettura acquistata anche dopo, quando le restrizioni non saranno più rilevanti.

4. Smart, connessa e sempre in viaggio

Le city car di oggi non sono più le utilitarie di un tempo. Sono dei piccoli gioielli di tecnologia dove si cerca di ottenere il meglio da volumi e allestimenti ridotti.

I risultati di questo ulteriore sforzo da parte delle migliori Case automobilistiche del mondo sono d’altronde sotto gli occhi di tutti.

Oggi chi sceglie una city car di qualità può mettersi alla guida di una vettura che non ha nulla da invidiare a quanto potremmo trovare in segmenti decisamente più importanti e soprattutto più costosi.

Lattoneria e grondaie in rame: perché rivolgersi a dei professionisti?

Lattoneria e grondaie in rame: perché rivolgersi a dei professionisti?

Per trovare la migliore soluzione fra le attività a base artigianale della lavorazione lamiere è sempre meglio rivolgersi a dei professionisti (come Opera lattoneria Roma). Per la ristrutturazione delle case, villette o dell’impianto di elementi di nuova installazione come le grondaie.

Ci sono diversi metalli impiegati nell’arte della lattoneria, dall’acciaio all’alluminio. In questo articolo, verrà affrontato un focus sulle grondaie fatte in rame: i pro e i contro di questa possibile scelta e ogni quanto tempo bisogna pulirle.

Perché scegliere il rame

Poche cose offrono più bellezza e carattere a una casa quanto delle grondaie di rame modellate dal sapiente artigianato della lattoneria Roma. La bellezza particolare di questo materiale può essere facilmente compresa solo dando uno sguardo alle case storiche. Il rame invecchia naturalmente insieme alla casa, sviluppando così lentamente nel tempo una patina che arricchisce e approfondisce i colori e i riflessi. Le grondaie fatte di rame, comunque, non sono per tutti. Bisogna assicurarsi prima di aver compreso i pro e i contro del loro utilizzo prima di prendere la decisione sul materiale da lamiera da utilizzare in casa e che la lattoneria Roma modellerà su misura per ogni esigenza.

Il più grande vantaggio nell’utilizzare questo tipo di metallo per le installazioni necessarie nei grandi e piccoli edifici sta tutto principalmente nell’estetica. Quelle in rame, ad esempio, sono generalmente più decorative delle tradizionali grondaie che si possono trovare in vinile, alluminio o zinco.

I Pro e i Contro dell’utilizzo delle grondaie di rame

Il rame possiede ciò che è comunemente noto come “finitura vivente”, questo vuol dire che, nel tempo, l’aspetto delle nuove lamiere personalizzate cambierà per riflettere il loro ambiente. Questo processo, nello specifico, aiuta solo a migliorare la bellezza e il fascino della grondaia, come accennato.

Un altro pro importante nella scelta di questa tipologia di materiale sta nella longevità delle costruzioni. Mentre resiste alle intemperie, infatti, il rame non arrugginisce, né è suscettibile di usura. Non si rompe, né sviluppare altri problemi nel tempo. Perciò, è davvero improbabile dover cercare lattoneria Roma per dover sostituire delle installazioni in rame vecchie di 10 o 20 anni. Il rame, prima di essere sostituito, dura anche fino a 50 anni (da qui la sua presenza ancora nelle case storiche).

Una parte contro non indifferente nella scelta di grondaie fatte di rame è il costo. Rispetto all’alluminio, ad esempio, il prezzo a lunghezza è molto più elevato. Inoltre, quando si utilizzano installazioni in rame, anche tutti i raccordi, i chiodi e gli elementi di fissaggio devono essere in rame. L’uso di un altro materiale, come l’alluminio, potrebbe corrodere effettivamente il rame. Quindi è necessario assicurarsi che ogni parte dell’impianto sia fatto di rame, anche i pezzi che non si possono vedere. Questo non fa che aumentare il prezzo totale dell’intervento.

Ogni quanto tempo pulire le grondaie

La pulizia delle grondaie è un lavoro necessario, ma che di solito è facile da rimandare. A causa della pioggia, nel tempo questi elementi si intasano con le foglie e altri detriti. La buona notizia è che non è difficile pulirle o comunque non bisogna essere dei professionisti per farlo.

Il sistema di grondaie di una casa controlla il flusso di acqua piovana. Questo protegge il tetto, i muri e le fondamenta della casa. Se si accumulano detriti al loro interno, ciò può portare a grondaie cadenti, crescita di muffe, scantinati bagnati, un tetto che perde o altri danni più gravi causati dall’acqua che fluisce all’interno dell’appartamento. Queste installazioni quando si riempiono di detriti rappresentano anche delle ottime tane accoglienti per i roditori e altri parassiti.

Le grondaie, e altre lamiere modellate ad hoc per ogni esigenza, devono essere pulite almeno due volte l’anno, in primavera e in autunno. Soprattutto se si vive vicino ad alberi di pino dovranno essere pulite ogni tre mesi per ridurre il potenziale di intasamento.

Come sapere se le grondaie devono essere sostituite o pulite?

La manutenzione regolare prolungherà la longevità delle grondaie. Ad un certo punto, però, potrebbero comunque avere bisogno di riparazioni o sostituzioni. Ecco alcuni segni che aiutano a determinare se le grondaie devono essere riparate o sostituite:

  • Crepe o spaccature
  • Danni alla vernice e ruggine
  • Stagni di acqua e muffe
  • Danni o segni d’acqua
  • Parti che cadono



Quanti tipi di camini elettrici esistono?

Quanti tipi di camini elettrici esistono?

Parliamo adesso dei camini elettrici (approfondisci sul sito di https://www.maisonfire.com/), che nonostante il loro nome, sono capaci di riscaldare interamente la casa senza ricorrere alla combustione di alcun tipo di materiale. Questa tipologia di camini è sopratutto adatta per chi è alla ricerca di una soluzione in una casa o in un appartamento in cui non può essere installato un camino vero.

Il camino elettrico è molto potente, in poco tempo sarà in grado di riscaldare tutta la casa, nonostante ciò rimane però molto facile da installare; non richiede alcun intervento nella struttura abitativa, potremmo paragonarlo ad un televisore, che una volta montato sulla parete o sopra ad una struttura reggente, ha solamente bisogno di essere collegato alla presa di corrente. Ovviamente, non producendo combustione, non ha bisogno della classica pulizia di routine che porta via un sacco di tempo.

Camini elettrici: senza canna fumaria

Riscaldarsi davanti al camino dopo una dura giornata passata tra la neve e il gelo è senza dubbio un piacere inestimabile, sopratutto se è possibile farlo senza dover affumicare completamente la casa.

I camini senza canna fumaria sono infatti la miglior soluzione per chi desidera mantenere un ambiente sano e pulito nella propria casa, senza però dover rinunciare ad uno spazio caldo e confortevole, indispensabile durante i periodi di grande freddo. A differenza dei normali camini, il vantaggio di non avere la canna fumaria è dato proprio dalla possibilità di risparmiarsi tutti i lavori che normalmente andrebbero fatti all’interno dell’abitazione per provvedere allo scarico dei fumi da combustione, risparmiando così tempo e denaro. Non importa qual’è la dimensione della vostra casa, o il suo stile, questi camini sono progettati per poter riscaldare grandi spazi adattandosi allo stesso tempo all’ambiente circostante, senza comprometterne l’estetica.

Camini a bioetanolo

Questa particolare tipologia di camini viene alimentata dal bioetanolo, un combustibile che si distingue da tutti gli altri per la sua capacità di restare completamente inodore, oltre a non produrre alcun tipo di fumo. I camini a bioetanolo sono molto diffusi, sopratutto tra chi non ha tempo da dedicare per l’installazione di un camino classico, ma non vuole allo stesso tempo rinunciare alla piacevole sensazione di calore prodotta da una fiamma.

Un’altro grande vantaggio di questi prodotti è, senza ombra di dubbio, l’indipendenza dall’elettricità, in quando hanno solamente bisogno di bioetanolo.

I camini a bioetanolo non sono stati regolamentati da nessuna legge, ciò significa che non è necessario richiedere un permesso speciale per effettuare l’installazione; in commercio ne sono presenti di ogni genere, a partire da quelli fissabili alla parete come televisori al plasma, fino a quelli da terra, per chi desidera dedicare al camino il suo spazio personale, contribuendo enormemente al design della casa.

Camini a gas

Un’altra variante molto valida al camino classico, è il camino a gas, che pur sembrano quasi identico nella struttura, si differenza grazie al processo di combustione messo in funzione dal gas. Questo tipo di camino è perfetto per chi non vuole, o per svariate ragioni non può, impegnarsi con l’acquisto e il trasporto della legna, che come ben sappiamo richiede molta cura.

Essendo un prodotto funzionante a gas è equipaggiato di ogni misura di sicurezza possibile, in commercio troverete sempre e soltanto camini a gas con la certificazione europea, che assicura affidabilità ed efficienza. I camini a gas ovviamente non producono ne cenere ne fumo, tuttavia a seconda del modello che si intende acquistare, possono essere dotati di una lastra protettiva di vetro che ne accentua il design, riducendo in parte l’efficienza, per cui se si è alla ricerca di un camino in grado di riscaldare un grande spazio, come il soggiorno o la camera da letto matrimoniale, vi consigliamo di scegliere un modello a fiamma aperta, che oltre ad essere dotato di tutti i sistemi di sicurezza necessaria, è anche in grado di riscaldare molto più velocemente l’ambiente circostante.

Alcune affascinanti informazioni che non sapevi sulla storia delle spille

Storia delle spille

Che voi ci crediate o no, la storia delle spille è lunga e tortuosa e risale a ben 800 anni fa. Da allora le spille si sono evolute, in ogni senso, e ad oggi sono diventate un elemento fondamentale ed elegante, utile per poter mostrare la propria personalità.

Indipendentemente che tu le stia utilizzando per mostrare l’amore verso il tuo Paese o verso una fede musicale, siamo sicuri che svolgeranno a pieno il proprio compito. Ecco allora 6 divertenti aneddoti che sicuramente non sapevi riguardo alla loro storia.

La decorazione delle spille risale al 13° secolo

Le prime spille sono state ideate e create durante l’impero bizantino nel Vicino Oriente e successivamente questa moda è dilagata fino alla Cina. A quei tempi la tecnica con la quale venivano fabbricati e decorati questi monili era alquanto approssimativa ma con il passare degli anni si è andata perfezionando sempre di più, facendo diventare le spille anche elementi decorativi per capelli ecc.

Non esiste uno scopo reale

Nonostante si possa pensare che le spille personalizzate (scopri tutte le tipologie su professionalpins.com) rappresentino una vera e propria dichiarazione di fede o appartenenza, in alcuni casi politica, queste possono rappresentare una semplice moda per tutti gli uomini e le donne che hanno voglia di esternare una parte del proprio essere. Ovviamente, in tal senso le spille a volte possono servire anche per mantenere in ordine qualcosa o avere una funzione affettiva ed in altri casi ancora abbelliscono semplicemente un abito.

Spille da bavero

Una volta, il buco nel bavero degli abiti da uomo veniva usato per contenere fiori freschi: il cosiddetto fiore all’occhiello, che nel XVI secolo divenne un modo per allontanare la sfortuna. Nel diciannovesimo secolo, invece, le spille si unirono alle catene, orologi e quant’altro per formare il look quotidiano di ogni uomo.

Le spille da bavero sono spille normali

Le spille da bavero e le spille sono tecnicamente la stessa cosa anche se, al giorno d’oggi, si usa fare questa distinzione letterale. Le spille possono essere anche da balia o da cucito, utili per tenere unite più parti ma fanno parte di questa categoria anche quelle decorative.

Alcune spille sono servite per mostrare l’appartenenza ad uno specifico settore

Nel XVI secolo gli uomini italiani indossavano una spilla particolare sul bordo dei propri cappelli per indicare un pellegrinaggio religioso di successo o una benedizione dopo aver visitato un particolare santuario. Su questa lunghezza d’onda, l’applicazione delle spille personalizzate può riflettere anche l’appartenenza ad un particolare gruppo politico o militare.

Evoluzione delle spille

Molti anni fa le spille personalizzate venivano utilizzate per molti scopi mentre ad oggi il loro fine è quello di decorare e perfezionare un determinato look. Esistono molte forme di spille: floreali, a bandiera, a forma geometrica e molto altro ancora. Alcune possono essere applicate sulla camicia, alcune sul bavero mentre altre sul colletto o su una cravatta.

Entra anche tu nel mondo delle spille e scegli quelle più adatte ad esprimere la tua personalità!

Volontari: quando il bene si fa per scelta

Fare del volontariato è probabilmente una delle maniere più edificanti e soddisfacenti che abbiamo di restituire qualcosa alla nostra comunità e dimostrare che teniamo al benessere del mondo in cui viviamo, prestando parte del proprio tempo al servizio di chi ne ha più bisogno.

In tutto il mondo, esistono associazioni e organizzazioni che, senza alcuno scopo finanziario, raccolgono persone provenienti da ogni estrazione sociale e che sono accomunate dal loro desiderio di mettere a disposizione le proprie competenze per cercare di fare la differenza in uno dei tanti campi in cui può essere utile dare il proprio contributo.

L’articolo di oggi tratta il tema del volontariato, cercando di dare ai nostri lettori qualche utile consiglio su come avvicinarsi a questo interessantissimo mondo e quali sono i criteri e le cose da sapere per poter effettuare una scelta matura e consapevole.

Vediamo allora insieme tutto quello che c’è da sapere se sei interessato al mondo del volontariato.

Un dono alla società

Per prima cosa, sappi che il volontariato, nella maggior parte dei casi, comporta il fatto di prestare il proprio tempo e mettere a servizio le proprie competenze in maniera del tutto gratuita, animati quindi solo dalla convinzione delle proprie idee e dal proprio spirito di solidarietà.

I volontari di tutto il mondo sanno quanto possa essere importante donare del tempo a chi ne ha bisogno e nessuno si aspetta alcuna forma di compenso in cambio, se non la consapevolezza di aver fatto del bene in maniera del tutto disinteressata.

Scopri cosa ti coinvolge di più

Per poter scegliere la causa più adatta a noi, un buon punto di partenza potrebbe essere quello di domandarsi in cosa crediamo di più per quale tema saremmo più disposti a dedicare del tempo e, soprattutto, quale causa sentiamo più vicina alla nostra sensibilità.

Si tratta come è ovvio di una scelta del tutto personale, e su cui quindi è pressoché impossibile dare dei consigli oggettivi e validi in maniera universale: quello che possiamo suggerire è di pensare bene anche al fatto che, per fare bene il nostro lavoro di volontari, dobbiamo anche essere a nostro agio con il tipo di impegno che ci verrà richiesto.

Mille modi di aiutare il prossimo

Infatti, non esiste una maniera migliore di fare volontariato rispetto a un’altra: ogni tipo di aiuto sarà sicuramente ben recepito e soprattutto utile a qualcuno.

Che si tratti di bambini, anziani, animali od organizzazioni di natura politica o religiosa, ci sono tanti di quei modi per prestare il proprio servizio che non resta altro che capire quale sia più adatto a noi e alle nostre convinzioni.

Una volta fatto ciò, non resterà altro da fare che prendere contatti con una delle realtà del mondo del volontariato attive nella nostra zona.

Cerca volontari nella tua zona

Quale modo migliore di entrare in contatto con il mondo del volontariato che conoscendo le persone che lo praticano?

Per questa ragione, possiamo consigliare di capire quali realtà sono attive nella propria zona e magari visitare la loro sede, in modo da poter vedere con i nostri occhi che tipo di attività vengono svolte per aiutare il prossimo e ascoltare direttamente dai volontari le loro esperienze.

Si tratta probabilmente del modo migliore che abbiamo per capire se il volontariato fa per noi e, in caso positivo, iniziare subito a offrire il proprio contributo per la causa che più ci sta a cuore.

Hamburger, la passione segreta degli italiani

Hamburger, la passione segreta degli italiani

Anche qui in Italia, patria di una innumerevole quantità di street food di eccezionale qualità e dalle forti tradizioni, l’iconico panino di origini americane ha già da tempo conquistato un posto speciale nel cuore dei consumatori, posizionandosi ogni anno in cima alle classifiche dei cibi preferiti non solo dai più giovani.

Oltre per il fatto di essere squisito, quali sono le ragioni di questo immenso successo? Perché il panino venduto nelle gradi catene internazionali ha così tanto successo? E, ancora, quanto è sicuro mangiare in un ristorante di fast food?

Nell’articolo di oggi cercheremo di dare qualche risposta a queste domande, in modo da capire un po’ meglio come mai anche noi italiani siamo perdutamente innamorati dell’hamburger nella sua versione più classica.

Un pasto rapido e saporito

Sicuramente una delle ragioni che ha portato l’hamburger a un successo così sensazionale anche nella terra di arancini, pizza e focaccia è legato al cambiamento delle nostre abitudini quotidiane.

Si tratta, in altre parole, di un successo interpretabile anche come un fenomeno di costume: se consideriamo i tempi sempre più serrati che scandiscono le nostre giornate di lavoro, capiremo subito il motivo per il quale sempre più impiegati scelgono, per la loro pausa pranza, un pasto rapido, economico e soprattutto buono.

Un discorso in parte simile è possibile farlo anche per gli studenti o per chi si trova in viaggio: trovare un ristorante di una grande catena di fast food non è solo facile, ma rappresenta anche una scelta che ci permette di consumare un pasto completo e dal sapore sempre perfetto e familiare.

Hamburger e salute

Del resto, scegliere un hamburger si rivela anche una scelta, ovviamente se compiuta con moderazione, anche non particolarmente nociva per la nostra salute.

Ovviamente questo panino non può essere il centro della nostra alimentazione e va sempre consumato con una certa moderazione, come ci insegnano i principi della dieta mediterranea; tuttavia, un panino di tanto in tanto non ci creerà alcun disturbo, specie se inserito in uno stile di vita attivo e in una dieta varia e ricca di cibi sani e naturali.

In ogni caso, mangiare in un fast food significa affidarsi ogni volta a un’azienda internazionale che non solo deve sottostare a delle rigide regole di sicurezza alimentare, ma che punta tutto sulla freschezza degli ingredienti utilizzati per i propri pasti.

Prima di finire nel nostro piatto, infatti, ogni ingrediente utilizzato per l’hamburger (dalla carne al formaggio, passando per salse e insalate) viene sottoposto a una serie di severi controlli che hanno luogo praticamente a ogni passaggio della filiera, in maniera da assicurare sempre ai propri clienti di tutto il mondo il massimo della qualità.

Quando ci gustiamo un hamburger, allora, non solo sappiamo di mangiare un cibo che non ci creerà alcun problema di digestione, ma anche che ci consentirà di tornare alle nostra attività di lavoro o studio senza sentirci appesantiti come dopo un pranzo tradizionale.

Non è certamente un caso, infatti, che gli ultimi sondaggi in materia mostrino come sempre più persone preferiscono mangiare un hamburger piuttosto che consumare un pasto completo in un ristorante, considerando anche i tempi di pausa pranzo spesso molto brevi.

MyAudi: Audi si sdoppia per l’assistenza ai privati

MyAudi: Audi si sdoppia per l'assistenza ai privati

Quando si parla di assistenza ai clienti di qualità elevata e affidabile, sicuramente una delle proposte più interessanti e complete al momento in circolazione è quella riservata ai privati da Audi, il grande colosso tedesco del settore automotive e da ormai diversi anni anche l’azienda più attiva sul piano delle offerte in termini di customer service.

MyAudi, questo il nome dell’ultimo programma destinato ai clienti, si pone in particolar modo come un pacchetto davvero all’avanguardia sia in fatto di completezza che di efficienza, permettendo ai clienti di concentrarsi su quello che più preferiscono e lasciare che sia l’azienda stessa a occuparsi di tutte quelle stressanti incombenze che siamo costretti ad affrontare quando acquistiamo una nuova auto.

Vediamo allora più nel dettaglio in cosa consiste questo programma e perché rappresenta un’ottima scelta per ogni possessore di una nuova Audi.

Il cliente al centro di tutto

Il principio su cui si fonda myAudi è quello di offrire ai propri clienti la possiblità di contare in ogni momento sul supporto professionale dei meccanici e degli addetti all’assistenza clienti di Audi, sia in caso di guasti improvvisi che ogni volta che decidiamo di pianificare un qualsiasi altro intervento di riparazione.

In altre parole, i clienti iscritti al programma avranno l’opportunità di accedere a un centralino telefonico completamente dedicato e, inoltre, a un profilo online (di cui parleremo tra un attimo) attraverso il quale avere un canale di comunicazione sempre attivo con il personale Audi, in modo da poter sempre contare su interventi puntuali e soprattutto tempestivi.

Il valore del tuo tempo

Come leggiamo nei comunicati stampa di myAudi, del resto, l’idea alla base di questo programma è di riconoscere il valore e l’importanza del tempo libero dei clienti, che non dovrebbe essere utilizzato se non che per le attività che più preferiamo e non certamente in attesa al telefono o di essere ricevuti in motorizzazione.

Ed è proprio qui che Audi interviene sollevando il cliente da tutti questi obblighi, cosa che gli permetterà di concentrarsi solo sul godersi la propria auto e,di conseguenza, il tempo che ci trascorrerà a bordo.

E ancora, Audi ha organizzato per i propri clienti una serie di weekend, percorsi naturalistici ed enogastronomici di grande pregio e riservati agli iscritti a myAudi, proprio per comunicare il grande rispetto nei confronti del tempo libero di ognuno di noi e, non per ultimo, al fine di promuovere non solo i modelli di auto più recenti, ma anche un’esperienza legata al proprio brand più completa e coinvolgente.

Sconti, occasioni e controlli

Del resto, iscriversi al programma myAudi significa anche poter contare, come abbiamo detto, su un profilo online completamente personalizzabile e che ci permette di avere accesso a tutta una serie di operazioni di manutenzione e sostituzione prenotabili in pochi clic.

Il nostro profilo personale, una volta completata l’apposita scheda anagrafica, diventerà allora la nostra interfaccia e finestra sul mondo Audi, grazie al quale avremo la possibilità di prenotare revisioni, sostituzioni e persino interventi di soccorso stradale semplicemente accedendo al nostro profilo.

Anche in questo modo, myAudi risponde alle esigenze dei propri clienti permettendo loro di essere sempre certi di poter contare su un partner affidabile e competente, sempre in prima linea per rendere l’esperienza dei clienti con le loro auto Audi quanto più piacevole e sicura possibile.

Offerte auto: il meglio proposto oggi da Škoda

Da ormai molti anni, per gli appassionati di auto Škoda è sinonimo di auto di grande qualità e dal prezzo contenuto, perfette per ogni stile e dotate sempre di tutti gli ultimi accessori e optional pensati per facilitare la guida e rendere ogni viaggio il più piacevole possibile.

Oggi, allora, proseguiamo la nostra rassegna delle offerte più interessanti attualmente disponibili sul mercato analizzando proprio le migliori offerte auto del noto brand ceco, consigliando ai nostri lettori di prendere in considerazione questi modelli anche in virtù delle tantissime possibilità di finanziamento e rateizzazione messe a disposizione da Škoda ai suoi clienti.

Procediamo con ordine e vediamo quali sono al momento i modelli di punta targati Škoda.

Škoda Fabia, un modello intramontabile

La Fabia rappresenta probabilmente uno dei modelli di punta dell’offerta Škoda, e questo sia per il suo incredibile rapporto qualità/prezzo che per il livello tecnologico delle sue componenti.

Un’auto adatta a ogni contesto, perfetta per muoversi in città in maniera agile come per affrontare viaggi più lunghi e impegnativi, sempre garantendo a chi guida e ai passeggeri il massimo del comfort.

Una macchina che si pone come la scelta ideale per chiunque abbia il desiderio di mettersi ogni giorno alla guida di un mezzo comodo, affidabile e dalle ottime prestazioni, senza rinunciare per un attimo al design e ai vantaggi offerti dalle ultime tecnologie.

Škoda Scala – una berlina eccezionale

Anche in tema di berline, Škoda non ha nulla da invidiare agli altri brand e propone la sua Scala, una macchina che punta tutto sia sulla sua linea accattivante che su prestazioni davvero di altissimo livello.

Un modello perfetto per chi è alla ricerca di un mezzo sportivo, elegante e dalla grande potenza, dotato delle ultime tecnologie in materia di infotainment e provvisto di un sistema di integrazione con il proprio dispositivo mobile di ultima generazione.

Su questo modello, inoltre, sono attive una serie di promozioni tra cui la Clever Value, che consente ai clienti di cambiare la propria auto molto più facilmente del solito e a costi davvero interessanti.

Škoda Fabia Wagon: la scelta perfetta per le famiglie

Infine, a soli 13.000 € potremo anche comprare una Škoda Fabia Wagon, modello di punta dell’offerta del brand ceco relativa alle auto familiari e pensate per garantire sempre comfort e sicurezza.

Un modello che, nonostante sia appunto pensato per essere comodo e affidabile, non rinuncia a offrire il massimo della tecnologia (ottima per intrattenere chi ci accompagna mentre guidiamo) e del risparmio anche per quanto riguarda i consumi – tutti elementi che rendono questo modello perfetto per le famiglie più numerose e alla ricerca di un mezzo che le accompagni ogni giorno.

Come scegliere la macchina giusta per te

Abbiamo visto come Škoda sia in grado di offrire un modello perfetto a ogni tipo di cliente, da quello più sportivo fino a quello alla ricerca di un mezzo perfetto per muoversi in città con agio e comodità.

La scelta della macchina perfetta, del resto, è una scelta totalmente personale e che ha molto a che fare con le nostre abitudini, che devono essere sempre tenute in considerazione prima di qualsiasi acquisto.

Usato: oggi il garantito esiste

Usato: oggi il garantito esiste

Facendo seguito alle numerose richieste di chiarimenti che ci pervengono ogni settimana in posta, oggi ci occuperemo di dare qualche consiglio a chiunque stia pensando di comprare un’auto di seconda mano, ma non è sicuro di come procedere e teme che, invece di fare un affare, possa incappare in qualche tranello oppure sottovalutare qualche regola importante.

Quello delle auto usate, infatti, è un mercato che sicuramente può darci grandi soddisfazioni e permetterci di comprare la macchina dei nostri sogni a un prezzo stracciato, ma che al tempo stesso può rivelarsi ricco di insidie per i consumatori meno esperti o non consapevoli degli ultimi cambiamenti che hanno attraversato l’industria automotive negli ultimi anni.

Ecco cosa c’è da sapere sugli autoveicoli usati migliori di oggi.

Perché affidarsi sempre ai canali autorizzati

Infatti, l’avvento di Internet ha portato alla proliferazione di siti su cui è possibile, come si faceva un tempo solo sui giornali specializzati, rispondere ad annunci messi da privati che se da un lato ci permettono forse di risparmiare un po’ di soldi al momento dell’acquisto, possono al tempo stesso crearci non pochi problemi sul medio e lungo termine, a cominciare da riparazioni impreviste e spesso anche molto costose.

Il motivo di tutto questo è semplice: quando compriamo una macchina da un privato, non abbiamo mai fino in fondo la certezza che il veicolo a cui siamo interessati sia stato sempre trattato nel migliore dei modi dal suo vecchio padrone, cosa che potrebbe non solo comprometterne le prestazioni ma anche la sicurezza.

Pensiamo per esempio a una macchina su cui non sono stati sempre installati componenti originali, ma sulla quale nel corso del tempo magari si sono susseguiti interventi i riparazione non precisi ed effettuati da personale poco qualificato. In casi come questi, è molto facile che ci troveremo davanti a una macchina non solo su cui non sarà più applicabile alcun tipo di garanzia da parte del venditore, ma anche potenzialmente meno sicura.

Compra la tua auto direttamente dal produttore

Per fortuna, possiamo facilmente eliminare questi rischi decidendo di comprare la nostra auto, anche se usata, direttamente attraverso i canali di vendita ufficiali e promossi dal produttore stesso.

Prendiamo ad esempio il caso di Audi: il noto brand dei quattro anelli è ormai da diversi anni impegnato anche sul fronte delle auto di seconda mano, che però hanno una grandissima differenza che le separa da quelle che possiamo comprare rivolgendoci a un privato.

La differenza fondamentale risiede tutta nelle garanzie che ci vengono offerte dal produttore, che sono davvero non paragonabili a nessun’altra forma di assistenza: parliamo non solo della possibilità di estendere la garanzia anche ai modelli usati, ma anche di poter accedere a formule di soccorso stradale e riparazioni di emergenza che faranno la felicità di tutti i consumatori più attenti al risparmio.

Controlli di sicurezza approfonditi

Infine, comprare un’auto di seconda mano direttamente dall’azienda che l’ha realizzata significa essere certi della sua qualità e del suo ottimo funzionamento: infatti, prima di essere venduta ogni auto viene controllata in ogni suo aspetto, fino in alcuni casi a essere sottoposta a più di 100 diversi test atti a verificare che ogni sua componente funzioni in maniera ottimale.

Solo in questa maniera potremo sapere di aver fatto un’acquisto valido e, soprattutto, sempre sicuro.

Usato a quattro cerchi: ecco come trovare la tua Audi dei sogni

Usato a quattro cerchi: ecco come trovare la tua Audi dei sogni

Continuiamo anche oggi la nostra rassegna delle occasioni più interessanti al momento analizzando le possibilità di acquisto di auto usate offerte da Audi.

Il grande marchio tedesco, infatti, ha da ormai diversi anni investito grandi cifre per poter imporsi, anche nel mercato delle auto di seconda mano, come una delle aziende più importanti e valide, riuscendo senz’altro nella sua missione: come vedremo nell’articolo di oggi, infatti, anche nel caso in cui ci dovesse interessare acquistare un’auto usata, potremmo tranquillamente rivolgerci direttamente al suo produttore invece che procedere come avremmo fatto qualche tempo fa.

Vediamo allora perché conviene sempre comprare Audi usate direttamente tramite i canali ufficiali.

Tantissime garanzie anche sull’usato

Il primo grande vantaggio di rivolgersi direttamente ad Audi per comprare una macchina usata risiede nel fatto che, così facendo, avremo la possibilità di usufruire di tutte le formule di assistenza e di garanzie offerte dal produttore ai suoi clienti.

Ciò significa che avremo la possibilità di vedere la nostra auto tutelata come se fosse un modello appena uscito dalla fabbrica, nonché riportato in condizioni qualitative eccellenti da parte dei meccanici autorizzati da Audi.

Del resto, le formule di assistenza di Audi sono tra le più efficienti nel settore, e potersene avvantaggiare anche nel caso di un acquisto di questo tipo rappresenta senza dubbio un plus che ogni consumatore dovrebbe tenere in grandissima considerazione.

Auto sicure come quelle nuove

Come abbiamo anticipato nel paragrafo precedente, le auto usate vendute da Audi, prima di essere messe in commercio, vengono sottoposte a una serie di test e controlli di sicurezza che, nei fatti, ci assicurano che le auto siano sempre in condizioni pari al nuovo, come se venissero in un certo senso ricondizionate.

Stiamo parlando di decine di controlli che puntano a verificare che ogni parte della nostra Audi sia in condizioni ottimali, in modo che comprare un’auto usata non sia neanche per un attimo sinonimo di un risparmio sulla sicurezza.

Diffida dei privati

Per questo motivo, ci sentiamo di sconsigliare caldamente le compravendite tra privati e scegliere sempre di affidarsi a un rivenditore autorizzato, in questo caso direttamente da Audi.

Quando decidiamo invece di rispondere a un annuncio trovato su Internet o su un giornale specializzato, dobbiamo essere consapevoli non solo che non potremo mai avere le stesse garanzie che ci vengono messe a disposizione da Audi, ma anche che il risparmio che pensiamo di ottenere in realtà potrebbe rivelarsi del tutto illusorio.

Infatti, comprare una macchina di seconda mano che non sia stata opportunamente testata significa non sapere se essa abbia installato dei pezzi non originali, se vi siano problemi di qualsiasi natura di cui non siamo al corrente (e che magari vengono omessi dal precedente proprietario) e, soprattutto, non poter contare sulle stesse formule di assistenza personalizzata offerte dal produttore.

Si tratta di elementi che devono essere tenuti presente perché possono avere anche delle ricadute sui costi che ci troveremo a sostenere nostro malgrado: se è vero che comprare un’auto da un privato può sembrare più vantaggioso sul breve termine, questa impressione potrebbe rivelarsi presto inesatta e portarci a spendere molto più del previsto per poterci mettere alla guida di una macchina davvero efficiente e sicura.

Per evitare tutti questi problemi e usufruire di tutti i vantaggi offerti da Audi, non resta allora che affidarsi direttamente alla grande casa automobilistica tedesca anche per il suo usato.