Sausage party

(1 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

SAUSAGE PARTY - Vita segreta di una salsiccia
Sausage party


2016 - 89 minuti

Regia: Greg Tiernan, Conrad Vernon
Sceneggiatura: Kyle Hunter, Ariel Shaffir, Seth Rogen, Evan Goldberg
Cast: -

Quando la Pixar annunciò la produzione di "Cars - Motori ruggenti", avevo avuto una forte perplessità riguardo al dover avere a che fare con dei veicoli parlanti, con tanto di occhi e bocca. Ma quello, in fondo, era un prodotto per bambini e la perplessità di noi adulti non importava dato che il concept, ai più piccoli, piaceva. Eppure - con premesse però ben diverse - c'è qualcuno che ha voluto fare un film d'animazione partendo da un'idea ancora più stramba: personificare i prodotti del supermercato, dai wurstel alle lavande vaginali, peraltro caratterizzandoli con un forte sproloquio, una volgarità volutamente spinta ed un nutrito politicamente scorretto. Il risultato, "Sausage party", è un prodotto dichiaratamente dissacrante, sboccato, provocatorio, ovviamente esclusivamente per adulti e che, per assurdo ...è anche fatto benino e funziona!
A mettere in piedi questo cartoon fuori di testa sono stati Seth Rogen e il suo branco: Evan Goldberg, Jonah Hill, James Franco, Craig Robinson, Michael Cera, Danny McBride, Paul Rudd e tutti gli altri. Diretto da un nome noto della Dreamworks, Conrad Vernon ("Shrek 2", "Mostri contro alieni"), insieme all'esordiente Greg Tiernan (attivo solo nella realizzazione dei cartoni de Il trenino Thomas), il film, come già era stato nel 1999 per "South Park - Il film", negli USA è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati (in Italia ai minori di 14).
Proprio Rogen, Goldberg e Hill hanno scritto il soggetto senza porsi alcun limite, e dando invece sfogo a tutta la loro balzana libertà creativa. E di idee geniali ce ne sono, dalla scena in stile "Salvate il soldato Ryan" alla gomma da masticare somigliante a Stephen Hawking, assemblate in una folle narrazione che punta ad essere volutamente bassa, sboccata, violenta (il body count è di 80), ma anche che, nella sua cazzonaggine, si permette persino qualche riflessione.
Fra un'orgia sfrenata e tante gag caratterizzate da una comicità che più becera non si può, il politicamente scorretto di Rogen & co. va infatti a sondare pure argomenti seri, facendo un minimo di critica sociale, storica e politica. Alcuni dei temi affrontati, ad esempio, sono il consumismo, il sesso, i tabù, la tolleranza, la fede, l'aldilà.
Dunque "Sausage party" sarà anche volgare, ma in fondo, una volta accettatene le regole, risulta piuttosto divertente ed addirittura più intelligente di quanto si potrebbe pensare.
E' consigliata la versione in lingua originale per godere appieno del doppiaggio pensato dagli autori, con tutti i vari accenti scelti per i vari personaggi e con le performance di tutti gli attori già menzionati fino a qui (più Edward Norton, Salma Hayek, Kristen Wiig e David Krumholtz).

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi

Inserisci un commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.