Guardiani della Galassia Vol. 2

(0 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

GUARDIANI DELLA GALASSIA VOL. 2
Guardians of the Galaxy Vol. 2


2017 - 136 minuti

Regia: James Gunn
Sceneggiatura: James Gunn
Cast: Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista

"Guardiani della Galassia", ad esclusione dell'importante presenza dell'Orb e di Thanos, non aveva particolari altre connessioni col resto del Marvel Cinematic Universe. Con ancora meno collegamenti rispetto al quarto film della fase due (anzi, in realtà proprio nessuno), "Guardiani della Galassia Vol. 2" potrebbe sembrare una contraddizione nel mega-progetto dei Marvel Studios, che, ormai pienamente lanciati nella fase tre, stanno cercando il più possibile di unificare gli adattamenti di storie e personaggi tratti dai fumetti Marvel.
Quella fatta per "Guardiani della Galassia Vol. 2" è però una scelta, condivisibile o meno, ma che il regista James Gunn aveva messo in chiaro sin dall'inizio: a lui non è mai espressamente interessato il MCU e la sua volontà era soprattutto quella di raccontare il team di supereroi più improbabile e sgangherato dell'intera Galassia, senza sottostare a specifiche restrizioni commerciali. Per questo, in accordo col produttore Kevin Feige, si era stabilito che questo sequel non sarebbe minimamente andato incontro al terzo crossover dei Vendicatori, "Avengers - Infinity war", previsto per la primavera 2018.
Conseguenze dirette di questa scelta sono i minori vincoli narrativi e la maggior libertà creativa per Gunn, che ha la possibilità di una caratterizzazione ancor più spinta dello stile che avevamo visto nel primo film. Dimostrando infatti la sua abilità, nel 2014 Gunn aveva colto perfettamente il senso del fumetto e la corretta chiave per la sua riproposizione cinematografica. E qui, con "Guardiani della Galassia Vol. 2" fa un gran bis, tra l'altro ricercando un legame ancora più stretto coi prodotti cartacei, tanto a livello di spirito, quanto a livello di omaggi e riferimenti narrativi: c'è Yondu nei Guardiani, c'è Mantis, c'è Ego, ci sono molti nuovi altri personaggi minori noti (Starhawk, Ayesha, Taserface, Charlie-27, Aleta Ogord e Martinex).
Il risultato è pienamente coerente con il suo predecessore, anzi è ancor più sopra le righe, caotico e volutamente in precario equilibrio: le esagerazioni ironiche sono smodate (davvero tantissime, irriverenti e onnipresenti, ma mai irritantemente fuori luogo come quelle, ad esempio, di "Thor - The dark world"), i virtuosismi registici apprezzabili, come anche la distintiva colonna sonora. Questa volta ai brani originali di Tyler Bates si mescolano pezzi di Sam Cooke, Sweet, ELO, Glen Campbell e Cat Stevens, e, grazie anche alle apparizioni di Michael Rooker, Kurt Russell, Sylvester Stallone e Ving Rhames, l'aria che si respira non può che essere ancora una volta squisitamente vintage.
Particolare menzione va peraltro alla cura dei personaggi, sempre più intelligente ed esaltante. Tanto i protagonisti quanto i caratteri secondari sono eccezionali, tutti psicologicamente ben cresciuti rispetto a "Guardiani della Galassia", anche se, ad essere onesti, fra il complesso Rocket e l'interessante new entry Mantis, a stupire davvero sono lo sviluppo di Drax e l'enorme spessore emotivo costruito attorno a Yondu. Ed è quasi paradossale che, in tutto il MCU, le emozioni più spontanee si ritrovino in un gruppo di scavezzacollo, sregolati, apparentemente anaffettivi, che contano solo di combattere, distruggere, fare i duri, fregare il prossimo ed apparire il più spacconi possibile.

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi  n.v.

Inserisci un commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.