L'era glaciale - In rotta di collisione

(0 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

L'ERA GLACIALE - In rotta di collisione
Ice age: collision course


2016 - 94 minuti

Regia: Mike Thurmeier, Galen T. Chu
Sceneggiatura: Michael J. Wilson, Michael Berg, Yoni Brenner
Cast: -

In evidente crisi creativa da un buon lustro, i Blue Sky Studios finiscono nuovamente con l'allontanarsi sempre di più dalla voglia di dar forma a qualcosa di buono e, per la quinta volta, tornano a riproporre la solita minestra riscaldata attinta dalla loro più seguita e longeva serie: quella de L'era glaciale.
Molti, troppi personaggi si sono accumulati dai capitoli precedenti e, invece che sparire o alternarsi fra un episodio e l'altro, finiscono con l'affollare questa nuova pellicola, intitolata "L'era glaciale - In rotta di collisione". Gran parte dei caratteri sono così superflui, e anzi fastidiosi nella loro presenza ad ogni costo: questo discorso vale per la nonnina di Sid (apparsa ne "L'era glaciale 4 - Continenti alla deriva"), per Shira (vista nello stesso film), per Pesca (da "L'era glaciale 3 - L'alba dei dinosauri"), per gli opossum Crash e Eddie (che ci perseguitano da "L'era glaciale 2 - Il disgelo") e per svariati altri. Peraltro anche tutti i personaggi nuovi sono a dir poco scadenti (i tre dakotaraptor, e poi Julian, Brooke, Shangri Llama), e, fra tutti, l'unico che si salva è solamente Buck, di ritorno da "L'era glaciale 3 - L'alba dei dinosauri" (nel successivo "L'era glaciale 4 - Continenti alla deriva" aveva fatto solo un cameo).
Discorso a parte vale per Scrat, iconica mascotte dell'intera saga che però, a questo punto, ha anch'esso perduto ogni capacità di simpatia e divertimento: emblema di una saga inabile a rinnovarsi, di proporre nuove tematiche e di evitare assillanti citazionismi, lo scoiattolino preistorico è infatti ormai finito relegato ad una ennesima riproposizione dei soliti sketch con la ghianda, come da stanca tradizione.
La sceneggiatura ha poche idee e, inoltre, compie la scelta di un seccante orientamento narrativo verso gli spettatori più piccoli, cosa che, rispetto ai capitoli precedenti, porta il film ad essere meno per famiglie e più esclusivamente per bambini. Ad esempio i toni del racconto e l'ironia sono molto meno spendibili rispetto agli episodi più riusciti ("L'era glaciale" e "L'era glaciale 4 - Continenti alla deriva") e, di certo, colpiranno la platea infantile, ma renderanno lento ed indigesto il film agli adulti.
Dopo essere sopravvissuti alla glaciazione, al conseguente disgelo, al selvaggio mondo dei dinosauri, ai cataclismi della deriva dei continenti e, ora, ad un asteroide in rotta di collisione con la Terra, sia mai che la prossima pellicola sarà un bel L'era glaciale 6 - L'estinzione?

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi  n.v.

Inserisci un commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.