Survivor (2015)

(0 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

SURVIVOR
id.

 
2015 - 96 minuti

Regia: James McTeigue
Sceneggiatura: Philip Shelby
Cast: Milla Jovovich, Pierce Brosnan, Dylan McDermott

Prosegue, imperterrita, la parabola discendente di James McTeigue, autore di estrazione wachowskiana che, da quando ha registicamente cominciato a camminare con le proprie gambe, ha prima realizzato il buon "V per Vendetta" e poi intrapreso una costante e - a quanto pare - inarrestabile discesa. Infatti prima il mediocre "Ninja assassin", poi l'insufficiente "The raven" ed ora questo pessimo "Survivor" si sono uniti a comporre, ad oggi, la lista della sua ben poco soddisfacente filmografia.
"Survivor" è un action-thriller con qualche vago elemento di spionaggio che tratta di un gruppo di terroristi e del nuovo 11 settembre che stanno pianificando per la notte di capodanno a New York. L'unica che ne ha capite le intenzioni e che può fermarli è l'agente Kate Abbott, risorsa di intelligence del Dipartimento di Stato americano assegnata all'ambasciata di Londra.
Il film attinge a piene mani dalla realtà del mondo occidentale di oggi, che convive col rischio attentati, sicuro (o forse no) che gli antiterrorismi di tutto il mondo veglino per prevenirli. Il problema primario è che l'argomento viene affrontato in maniera estremamente semplicistica, senza badare minimamente alla complessità del fenomeno ed appiattendo tutto in una trama frivola, decisamente poco credibile ed unicamente orientata all'azione facile.
La sceneggiatura, scritta dall'esordiente Philip Shelby, si salva solamente per il buon utilizzo della capitale britannica come location principale. Per il resto, incespica continuamente nel cercare di alternare sensatamente tensione e azione e nel condurre la trama già citata sopra, piattissima e prevedibilissima, con tra l'altro pure parecchi buchi ed illogicità narrative. I significati sono esili ed esilmente trattati e non aggiungono nulla a questo prodotto totalmente dimenticabile.
Nel cast troviamo una Milla Jovovich sotto tono, un discutibile Pierce Brosnan (che avrebbe potuto far meglio - a livello metacinematografico - anche nella presentazione di quest'antitesi di tutti i suoi precedenti eroi), ed un parco di attori resuscitati (Frances de la Tour, Robert Forster) o semplicemente mediocri (Dylan McDermott, Angela Bassett).

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi  n.v.

Inserisci un commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.