Jason Bourne

(0 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

JASON BOURNE
id.

  
2016 - 123 minuti

Regia: Paul Greengrass
Sceneggiatura: Paul Greengrass, Christopher Rouse
Cast: Matt Damon, Alicia Vikander, Tommy Lee Jones

Ambientata dieci anni dopo le vicende narrate in "The Bourne ultimatum", la quinta pellicola della serie ispirata ai romanzi di Robert Ludlum torna ad avere Matt Damon come attore protagonista e Paul Greengrass come regista. Il precedente film, infatti, era stato "The Bourne legacy", capitolo molto slegato dagli altri con Jeremy Renner in cima al cast e Tony Gilroy, sceneggiatore dei primi tre episodi, dietro la macchina da presa. Per "Jason Bourne", però, nonostante il ritorno di Greengrass, Gilroy non è nuovamente stato coinvolto nella scrittura, presa invece direttamente in mano dal regista stesso e sviluppata a quattro mani col fedele Christopher Rouse ("Captain Phillips").
Eppure, nonostante la configurazione artistica e produttiva sia tornata ad essere la stessa dei migliori capitoli della serie, "Jason Bourne" tradisce ogni possibile aspettativa e si rivela una delusione bella e buona. Damon è svogliato, la new entry Alicia Vikander è fuori parte e pure Greengrass è quasi irriconoscibile data la poca verve registica che si para davanti a chi guarda: se non fosse per il teso rendez-vous in piazza Syntagma durante le proteste di Atene e, soprattutto, per l'intenso inseguimento finale fra Bourne e il villain Asset di Vincent Cassel (è talmente complesso e frenetico che il conteggio di veicoli distrutti alla fine è stato di 170!), non si direbbe nemmeno che il film sia del regista britannico che nel 2007 ci aveva regalato il miglior episodio della saga.
Ma il problema vero, che sta alla base di tutto, è che è evidente che il character di Jason Bourne è stato ormai completamente esaurito. La potenza di un personaggio di questo tipo era tutto quel che conseguiva dalla sua perdita di memoria e dai successivi fatti in cui si trovava coinvolto: una volta assodato il suo avanzatissimo addestramento militare, Bourne era continuamente portato a porsi domande sulla propria natura, sulla propria identità, su chi fosse, per chi avesse lavorato, cosa avesse fatto e con quali mezzi, e quindi, infine, se tutto ciò lo portava ad essere un eroe giusto o un becero mercenario.
Al contrario, rivelati tutti i dettagli nei primi tre film e dunque ora del tutto consumate queste tematiche, la sceneggiatura va alla ricerca di nuovi spunti, ma lo fa in maniera pigra e generica, rendendo il protagonista freddo e inutilmente ancor più laconico, rinunciando ai temi più politici e cimentandosi appena in una superficiale banalizzazione dell'attualità tecnologica (i social, il controllo delle persone attraverso la Rete). Per di più anche le scelte narrative legate a queste idee sono terribilmente frivole: un'analista della CIA con un computer è praticamente in grado di fare tutto, persino utilizzare un terminale in disuso da quindici anni per bucare in due minuti i database dell'intelligence, oppure connettersi remotamente ad un telefono di cui non si sa nulla per poi sfruttarlo come una specie di ponte per prendere il controllo di un laptop lì a fianco ed eliminarne dei file.

Curiosità: Greengrass avrebbe voluto girare la prima menzionata sequenza di piazza Syntagma nella vera Atene ma, dati gli enormi problemi burocratici e di tassazione incontrati in Grecia, alla fine è finito per girare le scene in un set costruito ad hoc a Tenerife, alle Canarie.

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi  n.v.

Inserisci un commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.