Deadpool

(1 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

DEADPOOL
id.


2016 - 108 minuti

Regia: Tim Miller
Sceneggiatura: Rhett Reese, Paul Wernick
Cast: Ryan Reynolds, Morena Baccarin, Ed Skrein

Dato il precedente maltrattamento di Deadpool, uno dei personaggi Marvel in assoluto più anticonformisti ed amati dal pubblico, per la pellicola targata Fox interamente dedicata a lui si era creato un hype pazzesco sin dai primi annunci di pre-produzione. Parallelamente proprio a questo enorme hype, si sono però anche subito diffusi i timori di coloro - tra cui il sottoscritto - che temevano di assistere a tutto questo gran casino per poi trovarsi davanti ad una merdina di cinecomic. Per fortuna, seppur previa ridimensionata aspettativa (oppure proprio grazie a questo?), "Deadpool" si è rivelato alla fine un tutto sommato accettabile entertainment.
La New Line Cinema già più di dieci anni fa aveva opzionato e pianificato un adattamento dell'antieroe nato dalla penna di Fabian Nicieza e Rob Liefeld nel 1991, con Ryan Reynolds, grande fan del personaggio, come attore principale. Il progetto nel frattempo sfumò, ma quando nel 2009 poi sempre Reynolds si trovò comunque ad interpretare il mercenario chiacchierone nel brutto "X-Men le origini - Wolverine", la possibilità di uno spin-off tornò a galla. Grazie all'insistenza dell'attore canadese il film andò in porto (è l'ottavo della serie degli X-Men), e questa volta, a differenza del taglio discutibile datogli nella pellicola di Gavin Hood, il protagonista ha colpito per la sua fedeltà al fumetto.
E "Deadpool" doveva per forza essere così per funzionare, aderente al materiale originale e dal taglio inedito rispetto a tutti gli altri eroi cinematografici. Non c'era altro modo se non quello di portare in scena tutta l'anarchia, l'impertinenza, il cinismo e il politicamente scorretto di questo antieroe dall'irriverente battuta sempre pronta. Il black humor e la violenza sono i suoi marchi di fabbrica (come pure la celebre tutina rossa che addirittura mancava in "X-Men le origini - Wolverine"!) e gran parte dell'umorismo si basa anche sulle frequenti rotture della quarta parete che, come noto, spesso il protagonista mette in atto: Deadpool, infatti, parlando con un altro personaggio, con sé stesso o appunto direttamente con lo spettatore, ironizza impertinentemente sempre su tutto e tutti, siano essi villain o altri supereroi, celebrità reali, autori di fumetti, i produttori del suo film o persino Ryan Reynolds stesso!
La trama è facile facile e nemmeno particolarmente coinvolgente (oltretutto tutti quei flash-back che vanno e vengono confondono anche un po'), ma la pellicola è frenetica nei dialoghi e nell'azione - più nei divertenti dialoghi che nella comunque discreta azione. Inoltre pure l'elemento splatter, che qua e là fa capolino, fa perfettamente il paio con la caustica personalità del riuscito protagonista.
Il villain, i cui panni sono vestiti dall'inglese Ed Skrein ("The transporter legacy") è mediocre, questo sì perché il character fa schifo ed è schifosamente interpretato, ma anche perché effettivamente c'è poco spazio per chiunque dato che la scena dev'essere - ed è - totalmente di Deadpool. Sempre marginali, i mutanti secondari sono Colosso (voce di Stefan Kapicic e performance di Andre Tricoteux), Testata Mutante Negasonica (Brianna Hildebrand) e Angel Dust (Gina Carano). C'è pure Morena Baccarin che interpreta la fidanzata di Wade/Deadpool, Vanessa Carlysle, la cui natura di mutante (Copycat) non è però prevista, accennata o messa in scena.
"Deadpool" è diretto dall'esordiente Tim Miller (curatore del prologo di "Thor - The dark world"), che sarà in cabina di regia anche per il sequel, pianificato per l'anno prossimo. Molto probabilmente in quest'ultimo ci sarà pure Cable, storico compagno di Deadpool nei fumetti.

Curiosità: Stan Lee, solito ad apparire più che altro nelle produzioni Marvel Studios, ha un cameo anche in "Deadpool": è l'anziano disc jockey dello strip club.

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi  n.v.

Inserisci un commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.