X-Men - Apocalisse

(0 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

X-MEN - Apocalisse
X-Men - Apocalypse


2016 - 144 minuti

Regia: Bryan Singer
Sceneggiatura: Simon Kinberg
Cast: James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence

C'è una scena, in "X-Men - Apocalisse", in cui i giovani mutanti protagonisti escono da un cinema dopo aver visto "Star wars: Episodio VI - Il ritorno dello jedi" (il film è infatti ambientato nel 1983). Jean Grey, Jubilee, Ciclope e Nightcrawler discutono su quale pellicola della trilogia di George Lucas sia la migliore, se "Star wars: Episodio IV - Una nuova speranza" o "Star wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora". Tuttavia su una cosa sono tutti d'accordo: che il peggiore è appunto quello che hanno appena visto, o meglio, a detta loro, che in generale il terzo è sempre il peggiore. Questa è chiaramente una frecciatina ironica lanciata dal regista Bryan Singer a "X-Men - Conflitto finale" di Brett Ratner, che aveva seguito i suoi primi due adattamenti (2000 e 2003) con risultati mediocri.
Come un boomerang, però, questa gag gli torna anche indietro per quanto riguarda "X-Men - Apocalisse", la terza pellicola della nuova trilogia che prima Matthew Vaughn e poi lo stesso Singer hanno riavviato mediante intelligenti espedienti a partire dal 2011. Infatti, se "X-Men - L'inizio" era un nuovo punto di partenza, con nuovi supereroi e nuovi modi di costruire l'avventura (innanzitutto, ad esempio, incrociandola significativamente coi maggiori eventi storici degli anni '60), e "X-Men - Giorni di un futuro passato" faceva lo stesso, in più integrando persino le due trilogie, vecchia e nuova, "X-Men - Apocalisse" segue un approccio irrefutabilmente diverso. Singer, ad eccezione di qualche passaggio (i ricordi di Moira MacTaggert di "X-Men - L'inizio", i riferimenti agli eventi di Washington di "X-Men - Giorni di un futuro passato"), rimuove gran parte dei legami coi film precedenti ed inserisce nuovi X-Men da contrapporre alla malvagità distruttiva del semidio Apocalisse, il più antico dei mutanti, risvegliatosi in Egitto e alla ricerca dei suoi quattro cavalieri che lo hanno accompagnato in ogni sua venuta per annientare l'umanità.
In "X-Men - Apocalisse", da un lato c'è un gran numero di giovani mutanti (alcuni già visti, altri no), che però non sono in grado di mostrare la stessa personalità carismatica della loro versione invecchiata (difatti i nuovi personaggi che funzionano sono o quelli mai apparsi nella prima trilogia, come Quicksilver, oppure quelli profondamente rielaborati, come Mystica). Dall'altro lato c'è una trama che si prepone di contenerli tutti questi numerosi mutanti, pur però essendo estremamente lineare e quindi ponendo la maggior parte di essi in uno spazio piccolissimo, banale e superficiale. Inoltre, lo scontro con Apocalisse, forse il mutante Marvel più potente in assoluto, è decisamente meno epico e coinvolgente di quanto sarebbe dovuto essere - e pure l'ennesimo passaggio al lato oscuro con relativo pentimento di Magneto è un meccanismo che comincia alquanto a stancare...
In teoria, inizialmente, "X-Men - Apocalisse" era stato pensato come finale della nuova serie rilanciata da Vaughn e Singer. Invece, è probabile che ci sarà il milionesimo sequel: mentre lo sceneggiatore Simon Kinberg ha in mente una nuova avventura collocata circa dieci anni dopo questa che si rifarebbe alla saga di Fenica Nera (verrebbe dato maggiore spazio al personaggio qui introdotto da Sophie Turner), Singer ha dichiarato di non avere ancora un'idea precisa, ma che comunque gli piacerebbe girare un capitolo ambientato nello spazio.

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi  n.v.

Inserisci un commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.