Revenge of the Green Dragons

(0 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

REVENGE OF THE GREEN DRAGONS
id.

 
2014 - 94 minuti

Regia: Wai-Keung Lau, Andrew Loo
Sceneggiatura: Michael Di Jiacomo, Andrew Loo
Cast: Justin Chon, Kevin Wu, Harry Shum jr.

Andrew Lau e Martin Scorsese si erano incontrati indirettamente una decina di anni fa grazie all'esperienza di "The departed", pellicola del secondo che era un remake molto elaborato di un film ottimo e già altrettanto elaborato diretto dal primo. Ora, basandosi su fatti di cronaca realmente accaduti per le strade di New York negli anni '80 e '90, i due si rincontrano per "Revenge of the Green Dragons" - Lau dietro la macchina da presa (è il suo quarantatreesimo lavoro!) e Scorsese in veste di produttore esecutivo.
Presentato al Toronto International Film Festival del 2014, la pellicola è un poliziesco da cinque milioni di dollari che racconta le vicende del contorto sogno americano di Sonny e Steven, due fratelli che, sin da quando erano ragazzini, hanno fatto parte di una delle sei gang della mafia cinese della Grande Mela, i Green Dragons appunto. Crescendo hanno guadagnato rispetto e visibilità, ma tutta la tensione e la violenza accumulata coi crimini commessi per le strade finirà per mettere tutti gli uni contro gli altri.
Non nascondiamolo: coi nomi di Andrew Lau e Martin Scorsese sulla locandina del film, le aspettative erano alte... e prontamente sono state per molti deluse. La stragrande maggioranza dei critici, infatti, ha accolto "Revenge of the Green Dragons" con recensioni a dir poco pessime. Ma era chiaro che, con un budget di gran lunga minore, un soggetto molto più lineare e degli sceneggiatori inesperti come Michael Di Jiacomo e Andrew Loo, non si poteva bissare i capolavorici "Infernal affairs" e "The departed".
Ora, tenendo conto di quest'abbassamento dell'asticella, in generale c'è da dire che la pellicola non è poi così mediocre. Con un suo senso e una sua dignità, "Revenge of the Green Dragons" è un thriller che unisce con buon carattere elementi occidentali e orientali di un intero genere (certo, probabilmente più orientali - ma d'altronde il regista è hongkonghese!). Pur con qualche forzatura (come ad esempio il colpo di scena finale che poteva anche non starci), il racconto è interessante, sporco e sanguinolento quanto basta e pure le apprezzabili interpretazioni degli attori aumentano ulteriormente la capacità di coinvolgimento.
Per chi non lo sapesse, Kevin Wu, che veste i panni di Steven, è un comico che ha guadagnato la celebrità grazie al suo canale YouTube dove era conosciuto come KevJumba. Questa è la sua prima esperienza cinematografica drammatica.

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi  n.v.

Inserisci un commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.