Julie & Julia

(1 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

JULIE & JULIA
id.


2009 - 123 minuti

Regia: Nora Ephron
Sceneggiatura: Nora Ephron
Cast: Meryl Streep, Amy Adams, Stanley Tucci

Julie e Julia hanno tanto in comune: il nome, innanzitutto, la passione per la cucina, una storia d'amore con alti e bassi e la voglia di pubblicare un libro di ricette. Julie Powell è una trentenne americana che sta attraversando un momento difficile, tra trasloco e un lavoro che non le piace affatto. Per tirarsi su di morale, decide di imporre una sfida a sé stessa a colpi di mestolo e padelle: cucinare in 365 giorni le 524 ricette contenute nel libro L'arte della cucina francese scritto anni prima da Julia Child, moglie di un ambasciatore americano che si innamora follemente della cucina francese durante i quattro anni vissuti nella bellissima Parigi.
Tra continui flash-back e flash-forward che ci raccontano da un lato le (dis)avventure in cucina di Julie e dall'altro l'impegno di Julia per far pubblicare il proprio libro, la pellicola scorre veloce. Impossibile non provare simpatia per la dolce e un po' imbranata Julie, interpretata discretamente da Amy Adams, che alla fine riesce a vincere la sfida e ritrovare fiducia in sé stessa. Dall'altro lato, invece, quasi impossibile non provare antipatia per il personaggio di Meryl Streep, Julia Child, che appare come una donna altezzosa, abituata alla bella vita, viziatissima dal marito e pure un po' menosa. Anche la voce da civetta strozzata che la Streep le presta non aiuta a renderci più simpatica la seconda protagonista del film...
Devo dire che ero incuriosita da "Julie & Julia" perché anche io condivido qualcosa con le protagoniste: la passione per la cucina. Trovo che una delle cose più soddisfacenti della vita sia spadellare, soffriggere, mescolare e dopo minuti, a volte ore, di duro lavoro assaporare i risultati. Con Julie, tra l'altro, condivido la passione per i libri, la voglia di mettermi alla prova e pure - ahimè - qualche fallimento in cucina. Oh, capita anche alle migliori...
La cucina e il cibo restano comunque i veri protagonisti del film di Nora Ephron: la cucina è vista come una vera e propria arte, qualcosa di magico, che affascina e che lega le persone anche a distanza di tempo e di spazio. E condivido pienamente: un boeuf bourguignon, se cucinato bene, può appassionare un francese come un americano, un italiano, un giapponese. Basti pensare ai ristoranti etnici oggi diffusissimi anche nel nostro Paese per capire quanto la cucina faccia parte della cultura di un posto, quanto racconti di noi e quanto avvicini le persone e le aiuti a sentirsi a proprio agio anche dall'altro lato del mondo.
Tratto da una, anzi due, storie vere, "Julie & Julia" è sorretto da una buona regia di Nora Ephron e da alcuni ottimi dialoghi. Oltre alla cucina, nel film si sfiorano temi come l'amicizia, la collaborazione, ma anche, inevitabilmente, l'amore, declinato per l'occasione in versione culinaria: «Sei il burro sulla mia fetta di pane», si dicono affettuosamente le coppie protagoniste della pellicola.
Grazie a Meryl Streep, "Julie & Julia" ha ricevuto una nomination agli Oscar e ha vinto un Golden Globe, entrambi per la Miglior Attrice Protagonista.

Questa è l'opinione di Martina Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Maurizio Macchi  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.

Inserisci un commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.