Die hard - Duri a morire

(5 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

DIE HARD - Duri a morire
Die hard: with a vengeance


1995 - 131 minuti

Regia: John McTiernan
Sceneggiatura: Jonathan Hensleigh
Cast: Bruce Willis, Samuel L. Jackson, Jeremy Irons

Dopo le sceneggiature non originali di "Trappola di cristallo" (romanzo di Roderick Thorp) e "Die hard - 58 minuti per morire" (romanzo di Walter Wager), nel 1995 arriva il terzo frenetico, ironico, insolente e adrenalinico capitolo della saga Die hard, "Die hard - Duri a morire", questa volta scritto da Jonathan Hensleigh ("Il santo", "Jumanji") a partire da un soggetto originale suo e del regista John McTiernan ("Predator", "Caccia a Ottobre Rosso"). In realtà la trama era originariamente stata pensata per essere quella del terzo capitolo di un'altra action-saga di successo, Arma letale.
McTiernan, che torna alla regia dopo aver lasciato, per il secondo film, il timone delle avventure di John McClane a Renny Harlin, ricollega direttamente questa pellicola al primo capitolo, dove il cattivo era Hans Gruber (interpretato da Alan Rickman), scegliendo come villain il terrorista Simon Gruber (Jeremy Irons), fratello di Hans che vuole vendicarne la morte. Forse.
"Die hard - Duri a morire" dal primo all'ultimo minuto si sviluppa sulla corsa contro il tempo (carina l'idea di usare la battuta «Simon ordina», «Simon says» in originale, che richiama il celebre gioco degli anni '70) per scoprire in quale scuola newyorkese Gruber ha nascosto una bomba e, nel suo esplosivo mix di azione ed ironia, si rivela un film grandioso, tagliato su misura per la gagliardissima coppia Bruce Willis-Samuel L. Jackson, proprio in quel periodo reduce dall'enorme successo di "Pulp fiction".
Il fatto che il film duri più di due ore (decisamente tante per un action-movie) e che McTiernan parta immediatamente col pedale dell'acceleratore a tavoletta, può forse far temere che prima o poi il tutto si sgonfi, rallentando, stancando e cominciando a far desiderare allo spettatore il termine della pellicola. Ma "Die hard - Duri a morire" è un gran film, sicuramente il migliore della serie iniziata nel 1988, e quindi questa paura non ha motivo di esistere. Il ritmo è sempre ben sostenuto, non cala mai e quando, dopo 131 minuti letteralmente volati, sullo schermo appaiono le parole Diretto da John McTiernan, ci si rende conto che la saga Die hard ci ha regalato per l'ennesima volta una perla del cinema d'azione.
E tre. Yipee-ki-yay, caro lettore.

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi  n.v.

Commenti (2)

  1. Commento inserito da Gegio:

    E’ il migliore della serie, lo dico anch’io, ma è anche uno dei migliori film d’azione mai visti.
    Non sapevo che doveva essere la trama per uno degli Arma letale…

    OT: Cari blogger,
    nel Torneo degli Oscar è arrivato il momento delle nomination quinquennali, primi anni ‘90 per la precisione. Passo ad avvisarvi come richiesto.
    http://iltorneodeglioscar.blogspot.com/2009/12/nomination-del-quinquennio-90-94.html


  2. Commento inserito da Andre:

    Ma perché sarebbe il migliore? E’ il più lento, tedioso e sonnolento della serie. Willis ha la stessa voglia di quella che avrebbe di prendere calci nelle palle e Jackson è doppiato in un modo talmente irritante… fa le stesse cose che mi infastidivano in Pulp Fiction (e sarà poi per questo che vi attribuite un voto così alto? ancora fermi ai miti di Pulp Fiction come un capolavoro?)… Il primo, “Trappola di cristallo” era un capolavoro… questo è appena corretto…

Inserisci il tuo commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.