L'alba dei morti dementi

(7 voti)
Loading ... Loading ...
Valutazione dei visitatori:   

L'ALBA DEI MORTI DEMENTI
Shaun of the dead

 
2004 - 99 minuti

Regia: Edgar Wright
Sceneggiatura: Simon Pegg, Edgar Wright
Cast: Simon Pegg, Kate Ashfeld, Nick Frost

«Non è solo il miglior film di quest'anno, ma di ogni anno da qui in poi.»
- Quentin Tarantino -

«Una nuova linfa per il genere zombie. Il film più divertente dell'anno.»
- Peter Jackson -

«Penso che "L'alba dei morti dementi" sia una vera bomba, mi è piaciuto moltissimo.»
- George A. Romero -

«E' un 10 sulla scala del divertimento, un film che diventerà un cult.»
- Stephen King -

Non mi capita tutti i giorni di contraddire in una volta sola Tarantino, Jackson, Romero e King. E in realtà questo non è che lo dico per vantarmi, anzi, quei tre registi (lo scrittore - a parte pochi libri - un po' meno) mi piacciono parecchio. Però con questi pareri su "L'alba dei morti dementi", film del 2004 diretto dall'inglese Edgar Wright, non mi trovo molto d'accordo.
La cosa più interessante della pellicola è certamente l'insolita unione che Wright fa dei classici film di zombie (Romero docet) e della commedia demenziale con sottofondo romantico. Infatti Shaun (Pegg), il protagonista, è in crisi nei rapporti con l'ormai quasi ex-fidanzata Liz (Ashfeld), stanca dell'inaffidabilità del ragazzo che convive con l'amico Ed (Frost), perdigiorno insuperabile. Inoltre Shaun ha anche qualche problema con la sua famiglia, soprattutto col patrigno Philip (Nighy). Ma ad un certo punto decide di voler maturare e sistemare tutto. Peccato solo che a Londra i morti cominciano a camminare per le strade, sconvolgendo così la vita dei miti inglesi.
A dir la verità "L'alba dei morti dementi" è anche un buon film, girato sapientemente dal neofita Wright, non una semplice parodia dei classici horror di morti viventi, ma una vera e propria commedia horror, dato che gli elementi paurosi e d'orrore comunque non mancano nel mix d'ilarità generale. Ci sono anche un paio di scene un po' più osé, tra cui uno sbudellamento girato con trucchi gore da maestro.
In compenso, come ho detto, il film stenta sempre a decollare. Pegg è bravo a caratterizzare il suo Shaun, ma l'insulsa trama (Wright e Pegg faranno meglio in quanto a complessità con quella di "Hot fuzz") non permette di aspirare a chissà quale alta valutazione finale. La comicità va a segno veramente poche volte (piuttosto che questa demenzialità preferisco un'ironia più macabra ed estrema, come quella del doppio Grindhouse), tra l'altro forse concentrate nella prima metà, quando la minaccia non morta non è ancora completamente nei pensieri dei protagonisti. Da notare le musiche, scelte ottimamente sia in quanto a generi, sia a proposito dei momenti in cui inserirle.
Stephen King ha ragione quando dice che diventerà un cult (anzi, per molti già lo è), infatti è un film che piacerà molto sia agli appassionati di zombie, sia a quelli del demenziale. Per certi versi ha ragione anche Peter Jackson, quando dice che questa pellicola è nuova linfa per il filone, infatti fra le cose più apprezzabili comunque c'è l'onestà e la passione con cui Wright ha portato in vita queste idee. Per il resto, comunque non ho certo gradito "L'alba dei morti dementi" come ha fatto Romero, riconosco che è un film ben fatto e con ottime intenzioni, ma a livello di gradimento complessivo è rimasto sotto le mie aspettative. Tarantino, va bè, è sempre il solito esagerato...
Edgar Wright dovrebbe concludere la sua cosiddetta trilogia del Cornetto nel 2010, con "The world's end". Come già "L'alba dei morti dementi" e "Hot fuzz" anche questo film sarà scritto a quattro mani con Simon Pegg, e interpretato sempre da Simon Pegg e Nick Frost.

Questa è l'opinione di Maurizio Macchi. I pareri del resto dello staff:
Matteo Contin  n.v.
Marta Mischiatti  n.v.
Martina Macchi  n.v.

Commenti (1)

  1. Commento inserito da ilcecco:

    insulsetto…

Inserisci il tuo commento

Inserisci il tuo commento

Non riesci a leggere? Cambia parola.


Il commento sarà visualizzato solo dopo essere stato approvato dagli amministratori.
 
Licenza Creative Commons
Questo sito è senza scopo di lucro. Le immagini in esso contenute sono di proprietà dei legittimi proprietari. Il resto dei contenuti, eccetto dove diversamente specificato, sono opera dello staff di Pellicola Scaduta e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.